Sto cercando una casa per le vacanze




Cerca il nome




Case Regioni Case Regioni Costa Rei Case Regioni Cala Sinzias Case Regioni Sant'Elmo Case Regioni Villasimius Case Regioni Chia Case Regioni Pula Case Regioni Is Molas Case Regioni Torre delle Stelle Case Regioni Tortoli Case Regioni Orri Case Regioni Costa Smeralda Case Regioni Torre Salinas Case Regioni Orosei & Cala Liberotto Case Regioni Portobello Case Regioni Golfo Aranci Case Regioni Porto Taverna

Regioni

Clicca qui per caricare l'Google Maps.


Trekking

Trekking

La molteplicità delle bellezze natutali nell’entroterra dell’isola si possono scoprire in tutta la loro autenticità, soprattutto percorrendola a piedi. Chi sa apprezzare le escursioni a piedi, troverà in Sardegna un senso ancora più profondo di questo piacere sotto più aspetti, compresi quelli esistenziali.

Le montagne non sono particolarmente alte, ma certo si elevano per qualità, unicità, integrità e perché sono stupendamente selvagge! Tutti i sentieri naturalistici sono segnati con le consuete indicazioni e quindi potenzialmente percorribili da soli, ma c’è da considerare anche il vantaggio che in qualsiasi zona voi siate, ci sono molte cooperative di giovani specializzate nell’organizzare le escursioni e gli accompagnatori, autoctoni, oltre a conoscere i percorsi come le proprie tasche, parlano anche tedesco o inglese. Non conoscono solo i sentieri che vi portano alla meta, ma anche la flora e fauna che, ricca, abita la parte più interna della Sardegna.

Tra le zone favorite per il trekking, c’è senz’ombra di dubbio, il Supramonte, che parte da Nuoro e arriva sino a Baunei. È un vasto altipiano calcareo dove s’apre la più famosa gola della Sardegna, Su Gorroppu. Nel supramonte di Oliena c’è lo straordinario villaggio nuragico di Tiscali. Fu costruito per intero all’interno di una grotta gigantesca ed é l’ultimo villaggio dell’era nuragica che vi resta da scoprire. Nel Supramonte di Baunei si trova il famosissimo e mitico Golgo, una voragine di quasi 300 metri, la più profonda d’Europa. La scoperta del Supramonte passa necessariamente attraverso l’esperienza diretta. Quando il vostro cammino si concluderà, sarete sì, sempre gli stessi, ma sentirete qualcosa di diverso nascere in voi. Forse il contatto con la natura avvicina di più l’uomo a se stesso?

All’opposto di quello che suscita e offre il paesaggio montuoso del Gennargentu, nel paesaggio collinare della Barbagia, pare di essere un pó come nelle montagne tedesche. Chiaro, senza orde di pellegrini, né stradine troppo ordinate e men che meno cittadine in cui fare una sosta! La cima più alta del Gennargentu è anche la più alta dell’isola, “Punta La Marmora”, 1834 metri di altezza. Da qui un panorama che abbraccia tutta la costa sottostante. Solo la zona più a nord è nascosta dal monte Limbara, a Tempio. Sul Gennargentu trovate anche Su Gorropu, il canyon più profondo d’Europa che appartiene al Parco Nazionale del Gennargentu e chi ha fortuna, in realtà non ce ne vuole molta, vede senz’altro i mufloni e le aquile.

Interessanti escursioni che possano realmente attrarre anche i bambini, sono quelle nella Giara di Gesturi, nella regione della Marmilla. Sono 40 km2 di vegetazione spontanea, boschi di querce, praterie erbose e qualche laghetto. E poi ci sono i “padroni di casa”: i cavallini della Giara, allevati allo stato brado. Ogni anno vengono contati e controllati, perché animali protetti e esemplari unici, di statura molta bassa e con un carattere tipicamente “sardo”!

I Sette Fratelli sono nella parte a sud est della Sardegna e si estendono dalla primissima parte dell’Orientale Sarda, sino alla Regione del Sarrabus. È una catena montuosa di particolare interesse sotto l’aspetto naturalistico ed è dichiarato Parco Protetto. È il luogo ideale per gite anche con i bambini. Ci sono molti spazi preposti per i pick nick, in cui i bambini si divertono da matti e sono esattamente quel che ci vuole per una sosta dopo una lunga camminata.

Anche la varietà del paesaggio che cambia da una zona a un’altra, premia chi ha il privilegio di percorrere a piedi le coste della regione (come i popoli aborigeni nelle vie dei canti). Un esempio è il golfo di Orosei, caratterizzato dalla costa più a picco sul mare e la più imponente del mediterraneo.

Un ottimo modo per scoprire il paesaggio e la natura della Sardegna, senza dover percorrere lunghi sentieri a piedi, potrebbe essere un'escursione con il Trenino verde.

Se siete interessati alle vie d'arrampicata in Sardegna cliccare qui.



Sportivo


Sardegna

Assicurazione sul viaggio


Diving

Diving


Cavalli

Escursioni a cavallo


Anfiteatro Romano

Escursioni culturali


Gita in barca

Escursioni in barca



Windsurfen Sardinien;

Kitesurf e Windsurf


Mountanbike

Mountain bike


Vela

Scuole di vela


Trekking

Trekking



Seguiteci su:

facebook  instgram  pinteresst  youtube  email

Copyright © 2018 · Sardegna GmbH  Privacy   Contatto